Vox Lux: un ritratto del ventunesimo secolo

Celeste Non è particolarmente bella nè brava. Non sa ballare particolarmente bene. Non è eccelsa come cantante. Ma ha quel proverbiale "non so che" per cui diventa sempre il centro dell'attenzione, quello che oggi potremmo definire "X-factor".


Natalie Portman in una scena del film (foto di Lol Crawley)


Dopo una strage in una scuola, in cui rimane ferita, la ragazza ancora giovanissima, finisce sotto i riflettori per aver cantato una sua canzone alla cerimonia di commemorazione delle vittime. Da quel momento inizia la sua carriera come pop star, inanellando successo dopo successo, seguita dal suo manager (Jude Law) e dalla sorella Eleanor (Stacy Martin). Il film racconta (con la voce narrante di Willelm Defoe) alcuni episodi della vita di Celeste, interpretata prima da Raffey Cassidy (che recita anche la parte della figlia adolescente di Celeste) e poi da Natalie Portman. L'esordio, le difficoltà, la rinascita con un greatest hits tour.


Raffey Cassidy sul red Carpet delle 75sima Mostra del Cinema di Venezia


Dopo aver profondamente segnato l'esistenza della protagonista, la storia (con avvenimenti reali come l'11 settembre, o verosimili come le varie stragi terroristiche) sembra scorrere di sottofondo, senza alcun reale impatto su Celeste. Del resto quello che lei ama della musica pop è "che la gente non deve pensare troppo".


Natalie Portman sul red Carpet delle 75sima Mostra del Cinema di Venezia

Natalie Portman lascia il palazzo del Casino' dopo la Press Conference

Alle prime proiezioni non tutti in sala hanno apprezzato il film, specie spettatori di generazioni cresciute negli anni 60-70


Celeste è nata nel 1986 ed è profondamente un figlia degli anni '80/90. E l'intento di Brady Corbet , che ha dedicato il film alla memoria di Johnatan Demme, era proprio quello di fare "un ritratto del 21simo secolo", con le luci e soprattutto le ombre della generazione di trentenni-quarantenni di oggi.


Molti i riferimenti, volontari o meno, alla popstar per eccellenza, Madonna. La canzone "public girl" (Cause i'm a public girl in a public word) ricorda nel testo la hit "Material girl", i giornali scrivono di celeste "who's that girl" come uno dei primi successi della Ciccone, e le movenze dei balletti nello spettacolo live possono ricordare quelli dei tour della regina del pop.


Natalie Portman sul red Carpet delle 75sima Mostra del Cinema di Venezia

Brady Corbet lascia il palazzo del Casino' dopo la Press Conference


Ma a differenza di Madonna, di cui è notoria la dedizione al lavoro, Celeste come varie ragazze che oggi popolano le classifiche, beve, si droga e non mette troppa attenzione a quello che afferma pericolosamente in conferenza stampa. Tanto lo scandalo, gli errori e i problemi si dissolveranno appena si spegneranno le luci, si accenderanno i maxischermi, prenderà il via l'ennesimo tour e la diva sarà pronta per rinascere di nuovo dalle sue ceneri.


Forse. Bravo Brady Corbet. Bravi gli attori. Brava anche la popstar australiana Sia che ha composto assieme a Scott Walker le musiche del film.



Articolo e foto non altrimenti indicate di Pietro Gallina











#bradycorbet #voxlux #natalieportman #judelaw

Featured Review
Tag Cloud
Non ci sono ancora tag.

© 2017 by Pietro Gallina. Proudly created with Wix.com

  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon