Dal Soundtrack Star Awards alle Star del Pop: la colonna sonora di Venezia 75

Uno dei premi collaterali più interessanti alla Mostra del Cinema di Venezia, è il Soundtrack Stars Award, istituito nel 2012, che celebra ogni anno l'importanza della musica nel cinema.


Dalla sua seconda edizione la Giuria di questo premio valuta la migliore colonna sonora tra i film in selezione ufficiale. Nel 2013 è stato premiato il film Via Castellana Bandiera di Emma Dante, caratterizzato dalla canzone “Come e sula la strata” di Enzo e Lorenzo Mancuso, vere e proprie icone della musica siciliana, presenti anche nella colonna sonora de “il talento di Mr Ripley” di Antony Minghella (1999).

Il maestro Sakamoto all'uscita di una proiezione nel 2013 (Foto di Pietro Gallina)

L’anno successivo il premio è andato alle percussioni di Antonio Sanchez per “Birdman” di Alejandro González Iñárritu. Questa splendida colonna sonora non è stata poi purtoppo inclusa dall’Academy tra quelle candidate all’Oscar, perché include numerosi pezzi non originali (per lo più pezzi classici, da Mahler a Tchaikovsky).


A Venezia72 il premio è andato a pari merito a due film molto diversi, in cui tuttavia gran parte delle atmosfere è creata proprio dalla musica: “A Bigger Splash” di Luca Guadagnino (con pezzi di Rolling Stones, Captain Beefheart, Harry Nilsson and St. Vincent) ed a “Equals” di Drake Doremus, che alterna pezzi originali a grandi pezzi di musica classica. Nel 2016 viene premiato "Paradise" di Andrei Konchalovsky ed infine nella scorsa edizione della mostra il premio va alle incredibili atmosfere di “The Shape of Water” realizzate da Alexandre Desplat, per le quali il film di Del Toro ha vinto anche Golden Globe e Premio Oscar. Un premio speciale viene tuttavia assegnato anche ad "Ammore e malavita" dei Manetti Bros, una fantastica commedia musicale “in salsa partenopea” che ha stregato pubblico e critica, vincendo poi il David di Donatello per miglior canzone originale e miglior musicista.

Ma forse il momento più atteso è quello in cui, al Soundtrack Star Awards, viene annunciato il premio della critica: la giuria assegna infatti ogni anno, fin dalla prima edizione, un premio ad artisti di fama internazionale. Dal 2012 ad oggi sono stati premiati Ennio Morricone, Ryuchi Sakamoto, Alexandre Desplat, Nicola Piovani, Gabriele Muccino ed Andrea Guerra.

Il maestro Nicola Piovani alla premiazione dei Soudtrack Star Awards 2015 all'uscita di una proiezione nel 2013 (Foto di Pietro Gallina)


A decidere chi sarà premiato quest'anno, sarà una giuria tutta al femminile presieduta dalla scrittrice e giornalista Laura Delli Colli, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) e autrice di numerosi saggi su cinema, spettacolo e costume.


Laura Delli Colli (Foto di Pietro Gallina)


Al suo fianco ci saranno l'attrice Violante Placido e le giornaliste/critici cinematografi Marina Sanna (Il Cinematografo), Alessandra Vitali (La Repubblica), Antonella Nesi (Adn Kronos), Stefania Ulivi (Corriere della Sera). Ci sarà in giuria anche la speaker radiofonica, uscita alla ribalta con Amici di Maria De Filippi, Manola Moslehi (Radio Italia).


A questo gruppo si aggiunge, per il secondo anno consecutivo, la cantautrice romana Paola Turci, in un ruolo che nelle passate edizioni è stato di altri nomi della musica italiana, come Cesare Cremonini o Malika Ajane, che spesso poteva capitare di incontrare per le strade del Lido, o a bere un caffè tra una proiezione e l'altra.

Paola Turci sul red carpet di Venezia nel 2017 (Foto di Rossana Viola @rossviola)

Malika Ajane al Soudtrack Star Awards nel 2015 (Foto di Pietro Gallina)

E sicuramente la giuria avrà un gran lavoro da fare per scegliere a chi assegnare il premio: oltre a grandi autori di colonne sonore, come Alexandre Desplat (The Sister Brothers) Justin Hurwitz (First Man) Carter Burwell (The Ballad of Buster Scruggs) cresce l’attenzione anche per la partecipazione alla Mostra di film interpretati da personaggi della musica internazionale.

Alexandre Desplat nel 2017 con Guillermo del Toro

(Foto di Cristina Costa @criscostacha)

John Legend, star del R&B, è presente nel corto “Crow: the legend”, di Eric Darnell, nella sezione “Venice Virtual Reality.

In concorso, tra gli interpreti di “The Ballad of Buster Scruggs” dei fratelli Cohen troviamo Tom Waits, cantautore e poistrumentista, mito del blues e ormani con un nutrito curriculum anche come attore, dopo le collaborazioni con Jim Jarmush, Altman, Terry Gilliam, Martin McDonagh.


In concorso alla "Settimana della Critica" il primo film della finlandese Anna Eriksson, ispirato alla figura di Marylin. "M. Anna Eriksson, che interpreta anche la protagonista del film , in patria è unavera pop star, che ha pubblicato oltre 10 album aggiudicandosi due Emma Award (una sorta di "Grammy" finlandese).


Ma la più attesa è sicuramente Lady Gaga, che sarà al lido il 31 agosto per l’anteprima mondiale del suo nuovo film. Bradley Cooper presenterà infatti fuori concorso il quarto remake della pellicola "A star is born", che segna il suo esordio alla regia, e del quale è anche interprete. Al suo fianco, nel ruolo che già fu di Barbra Streisand e di Giudy Gardland, Lady Gaga prova il salto definitivo al mondo del cinema, dopo la partecipazione nel 2015 alla serie American Horror Story Hotel e a due pellicole di Robert Rodriguez (Machete kills e Sin City). Prepariamoci quindi, come già è successo con Madonna qualche anno fa, all'arrivo di centinaia di fans che si posizioneranno sul red carpet fin dalle prime luci dell'alba per vedere da vicino la loro stella, anche se solo per pochi istanti.


Lady Gaga in "A star is Born" (Fonte Instagram @ladygaga)

#soundtrackstaraward #sakamoto #venezia75 #paolaturci #mostradelcinemadivenezia #mostradelcinemadivenezia #musical #soundtrack

Featured Review
Tag Cloud
Non ci sono ancora tag.

© 2017 by Pietro Gallina. Proudly created with Wix.com

  • Grey Instagram Icon
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon